Capello e Tardelli: “Real più forte ma la Juve va rispettata”

Capello e Tardelli: “Real più forte ma la Juve va rispettata”

I due ex giocatori hanno parlato durante un incontro nel carcere di Poggioreale

TORINO – Spesso, quando si dice che il calcio non è semplicemente uno sport, non si ha poi cosi tanto torto. Basta vedere, per esempio, le facce dei detenuti del carcere di Poggioreale, visitati da Fabio Capello e Marco Tardelli nell’ambito della manifestazione «Football Leader». Un’iniziativa che ha portato i due ex calciatori a visitare il carcere di Poggioreale, dove il calcio è un vero e proprio rifugio: più di mille celle, tutte dotate di doppia pay tv, per consentire a tutti i detenuti di seguire il Napoli, in Italia e in Europa.

Durante l’incontro con i detenuti, Fabio Capello ha anche avuto modo di parlare di Juventus, concentrandosi sulla finale persa a Cardiff con il Real Madrid, sconfitta che da queste parti è stata accolta con giubilo e fuochi d’artificio: “Ha vinto la squadra più forte. E’ inutile criticare, bisogna analizzare i valori delle squadre. Il Napoli, per esempio, ha giocato due volte col Real, ha fatto dei buoni primi tempi, ma poi è stato sopraffatto nelle riprese. Un po’ quanto avvenuto alla Juventus. Higuain? Nel secondo tempo s’è ritrovato solo contro sei difensori madrilisti: cosa avrebbe potuto fare di più? In genere loro qualche errore lo commettono sempre, stavolta no, non hanno concesso nulla”.
Come Capello, anche Marco Tardelli ha parlato della finale, bacchettando il comportamento dei tifosi azzurri; “Ero a Capri sabato sera e i tifosi azzurri hanno sparato i botti dopo la sconfitta della Juve. Non mi è piaciuto, io credo che un’italiana che giochi all’estero meriti il rispetto dell’Italia e degli italiani. La vittoria della Juve avrebbe fatto bene anche al Napoli nel ranking Uefa. Certe acredini non fanno bene soprattutto ai figli di chi dice certe cose. Allegri? Non si può considerare finito il suo ciclo. Se fossi il presidente del club farei di tutto per blindarlo per i prossimi anni. Ricordiamoci che ha conquistato due finali Champions in tre anni. Il suo progetto va sostenuto”.

Juvenews.eu

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy