CONFERENZA – Allegri: “Juve, Milan, Inter e Roma favorite per il tricolore”

CONFERENZA – Allegri: “Juve, Milan, Inter e Roma favorite per il tricolore”

Poco fa si è conclusa la conferenza stampa di Massimiliano Allgeri: “Juve, Milan, Inter, e Roma favorite per lo scudetto”

Milan, inter, roma, juve, allegri

TORINO – Pochi istanti fa si è svolta la conferenza stampa di Massimiliano Allegri alla vigilia della prima di campionato contro l’Udinese:

Chi sarà la rivale della Juventus? Oscar e Ramires?

“Prima di tutto parliamo della seconda domanda. . Inizia la stagione, abbiamo tante partite da fare, ne abbiamo 38 di campionato, 6 di Champions, al momento 1 di Coppa Italia. Quindi credo che la cosa più importante sia parlare di questo. Mentre per quanto riguarda il campionato, direi che l’Inter, il Milan, la Roma, sono le squadre che hanno fatto un ottimo mercato, si sono rinforzate molto e credo che insieme alla Juventus siano le favorite per lo Scudetto”.

Per quanto riguarda le parole di Mourinho?

“Domani ricomincia il campionato. Parliamo di questo”

E’ la prima volta che la Juventus si presenta incompleta ad inizio campionato. E’una situazione complicata?

“No assolutamente no. Mancano dei giocatori ma abbiamo tutte le carte per sostituirli al meglio. Se non stanno bene preferisco non rischiarli. Come Mandzukic che con Llorente, Zaza, Dybala e Coman siamo coperti”

Padoin soluzione idonea per il regista?

“Domani gioca Padoin davanti alla difesa. Ci ha giocato l’anno scorso. Tra l’altro è un ragazzo che sa giocare in tutti i ruoli, quindi credo che per me sia un vantaggio”

Cosa ti aspetti dall’Udinese?

“Noi dovremo cercare di giocare una partita tecnicamente molto buona e valida. L’Udinese è una squadra che fa giocare molto male gli avversari, quindi bisognerà essere bravi a calarsi nella partita e a capire velocemente nella partita, come i ragazzi sono stati bravi in Cina ad adattarsi a quel campo non buono.”

Quali giocatori mancano a questa Juve? E in quali ruoli?

“Domani ne mancheranno parecchi perché molti sono fuori per infortunio. Poi per chi arriverà vedremo. Alla vigilia della prima di campionato non voglio parlare di mercato. n la società siamo in comune accordo sul fatto che la squadra ha bisogno di essere completata e ci sono dieci giorni per farlo come ha dimostrato quest’anno andando a cambiare e investendo”

 

Vedendo le altre squadre hanno cambiato molto voi avete mantenuto la difesa

“Il calcio è fatto di numeri e per vincere serve anche la statistica: 75-80 gol fatti e non più di 20-25 gol subiti. La difesa è forte e ce la teniamo”

Qual è la situazione di Fernando Llorente?

“Llorente è un giocatore della Juventus, non ho parlato con lui perchè non ho nessun motivo di parlare con lui del mercato”

Juvenews.eu

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy