Allegri: “Sull’esterno ho il dubbio Douglas Costa e Bernardeschi”

Allegri: “Sull’esterno ho il dubbio Douglas Costa e Bernardeschi”

Le parole in conferenza stampa dalla sala di Vinovo del tecnico della Juventus

di redazionejuvenews
Allegri

TORINO-La Juventus prepara la gara contro il Genoa senza Dybala: la squadra bianconera dopo la sosta attende il suo fantasista offensivo, il numero 10, e per ovviare alla sua assenza il tecnico della Vecchia Signora ha provato diverse opzioni offensive durante la settimana di allenamento. Lunedì sera all’Allianz Stadium gara da vincere per continuare il cammino verso lo scudetto.

Queste le parole di Allegri in conferenza stampa: “Gli infortunati? Settimana prossima Gigi Buffon sarà a disposizione, lui è il titolare, in questo periodo abbiamo avuto un portiere di altissimo valore alle sue spalle. La sfida del Napoli? Non abbiamo vantaggi. Domani è importante riprendere a vincere da dove abbiamo finito, dopo le soste abbiamo perso contro la Lazio e contro la Sampdoria. Domani affrontiamo una squadra che non ha subito gol nelle ultime quattro gare e con Ballardini ha subito solo 3 gol. Difendono bene e sono bravi tecnicamente. Quando torni da una sosta è sempre un punto interrogativo come la prima di campionato. L’unica cosa che conta ora è vincere, avremo tante partite davanti e dobbiamo riprendere bene già da domani sera.”

Poi Allegri ha parlato anche degli altri infortunati: “Dybala verrà valutato di settimana in settimana, Cuadrado va valutato in settimana ha ancora una infiammazione inguinale. Al momento non è disponibile, Marchisio giovedì con la squadra. Howedes invece ancora non è pronto, è ancora lontano dal rientro.”

La sfida al Genoa: “Sull’esterno ho il dubbio Douglas Costa e Bernardeschi, e tra Barzagli, De Sciglio e Lichtsteiner. Ora valuterò in avanti siamo solo 3-4. Le soluzioni sono queste a meno che non decida di giocare con due centrocampisti” 

Il mercato: “A parte Pjaca in uscita non penso al mercato, bisogna concentrarsi sul campionato dobbiamo rimanere in scia al Napoli”.

Pjanic e Pirlo, il paragone: “Andrea è cresciuto in quel ruolo dove esser nato da trequartista, Pjanic ha cominciato con i tempi di gioco che migliorano, gioca da regista in questo momento. Sono due giocatori però diversi secondo me e distanti.”

Le sensazioni post sosta: “I ragazzi si sono ripresentati bene, io sono stato fuori tre giorni, gli ultimi giorni si sono anche allenati bene. Abbiamo dei carichi di lavoro addosso che ci ritroveremo strada facendo. L’importante domani è vincere perchè veniamo da 15 giorni di stop”

Su Bernardeschi e Dybala: “Federico è cresciuto molto, Paulo? Ha giocato molto di più in questo periodo rispetto alla scorsa stagione nonostante le critiche. Lo scorso anno non veniva criticato e non giocava. Non è un periodo felice il suo ma ci sono giocatori che hanno dei mesi in cui rendono meno.”

Sullo scudetto: “Noi per vincere lo scudetto dobbiamo fare grandissime cose, il Napoli ha fatto 51 punti, noi rispetto allo scorso anno abbiamo fatto due punti in più. Abbiamo una lepre da inseguire, ci vuole calma adesso, da aprile avremo gli scontri diretti dobbiamo arrivare a quel punto nella migliore forma possibile. Non sarà facile vincere lo scudetto.”

Su Buffon ed il record di presenze: “Gigi non ha bisogno di consigli, lui in questo momento qui pensa al suo presente ad essere giocatore, ora è importante che rientri nel gruppo poi a giugno vedrà lui. Questo mese di forzato riposo gli servirà”

Su Higuain e la lontananza dal gol: “Non è questione di mancanza di cattiveria, è solo questione di momenti. Domani magari segna…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy