Vialli: “Senza il calcio sarei ancora vergine”

Vialli: “Senza il calcio sarei ancora vergine”

L’ex attaccante bianconero ha parlato della sua nuova esperienza nella finanza, raccontando le sue motivazioni e la sua passione per il calcio

Vialli

Gianluca Vialli si è da tempo lanciato in una nuova avventura: ‘Tifosy’. Si tratta di una piattaforma di crowdfunding per il calcio. La società di Vialli e Zanetton (ex banchiere di Goldman Sachs e Morgan Stanley), offre la possibilità alle squadre di raccogliere fondi per migliorare i propri impianti.

Prendendo in prestito le famose parole di Peter Crouch, Vialli ha raccontato al ‘Telegraph’ come il calcio sia sempre stato vitale per lui, dandogli anche lo slancio per tuffarsi in questo nuovo progetto: “Il calcio è sempre stato tutto per me, ho comprato la mia prima casa grazie al calcio, la mia prima macchina. Cosa più importante ho fatto sesso per la prima volta grazie al calcio, se non avessi giocato sarei ancora vergine.

Diamo l’opporttunità ai tifosi di investire nello sport. Ci sono molti ex calciatori nell’industria del calcio, ma io credo che sia importante trovare qualcosa di significativo, innovativo, che possa fare la differenza – spiega – “Penso che questa sia un’opportunità per fare parte di qualcosa che tra dieci anni sarà normale.”

‘Tifosy’ ha già completato con successo campagne che hanno portato alla costruzione di un’accademia a Portsmouth, un museo dei trofei a Parma e persino una nuova curva allo stadio dello Stevenage. Tutti progetti ancora relativamente piccole, ma nel futuro della società ci sarebbero anche campagne con cifre superiori al milione di euro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy