Sigarette: A breve saranno vietate in Italia – Deciso dalla Corte Costituzionale

Sigarette: A breve saranno vietate in Italia – Deciso dalla Corte Costituzionale

E’ stato approvato con la maggioranza assoluta il D.Lgs. 94/2014 che prevede una serie di drastiche soluzioni per combattere le malattie derivate dall’abuso di sostanze cancerogene, su sentenza della Corte Costituzionale che in ottemperanza all’art. 32 della Costituzione Italiana La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse…

E’ stato approvato con la maggioranza assoluta il D.Lgs. 94/2014 che prevede una serie di drastiche soluzioni per combattere le malattie derivate dall’abuso di sostanze cancerogene, su sentenza della Corte Costituzionale che in ottemperanza all’art. 32 della Costituzione Italiana La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, lo Stato non può vendere e commercializzare prodotti nocivi alla popolazione.

Tra queste il divieto assoluto di vendere tabacco da fumare, nonostante sia stato finora Monopolio di Stato. Entrerà in vigore da metà Agosto 2015.

I nuovi Monopoli saranno applicati esclusivamente ai liquidi per sigarette elettroniche e tabacchi da fiuto (polverizzati e quindi impossibili da riconvertire in sigarette, sigari, etc.), ritenuti dai recenti studi nettamente più innocui.

Il Decreto 94/2014 cita testualmente:

Sono proibiti la vendita e il consumo del tabacco a uso inalatorio,  ad esclusione di tabacco liquido per sigarette elettroniche e da fiuto. Sigarette tradizionali, sigari e pipe verranno banditi da tutto il territorio nazionale (eccetto per l’introduzione nel territorio di nuovi Coffee Shop adibiti alla conservazione della tradizione del tabagismo, nei quali verrà richiesto all’ingresso di firmare una rigida liberatoria che esonererà i gestori da qualsiasi conseguenza di salute). Entro e non oltre il termine di 15 giorni dalla pubblicazione del seguente Decreto dovranno essere riconvertite tutte le attività (Sali e Tabacchi) alle nuove disposizioni. I controlli verranno eseguiti dall’OTN (Organismo Tabagismo Nazionale). L’ammenda prevista per chiunque venga trovato in possesso di tabacco ad uso fumatorio (sia per la vendita che per il consumo) è di € 56,00 a elemento (sigaretta, sigaro, etc.).

La nuova Legge enterà in vigore tra oltre 1 anno, tempo necessario per riconvertire tutte le attività alle nuove disposizioni e istituire gli organi di prevenzione e controllo, ma è già stata blindata e sarà inderogabile se non con improponibili modifiche costituzionali (in riferimento all’art. 32).

Filippo Morrisei, Presidente dell’Asap (Associazione Salute e Aria Pura) dichiara soddisfatto:

Un’avveniristica quanto sana Legge che migliorerà la qualità della vita del singolo individuo e dell’ambiente circostante.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy