Seedorf si candida per la panchina dell’Inter

Seedorf si candida per la panchina dell’Inter

Walter Mazzarri da oggi ha un rivale in più. Perché la panchina dell’Inter è uno degli obiettivi di Clarence Seedorf! L’ex tecnico del Milan, secondo ‘La Stampa’ e il ‘Corriere della Sera’, avrebbe preso contatti con l’ex compagno di squadra Javier Zanetti, con Piero Ausilio e con il presidente Erick…

Walter Mazzarri da oggi ha un rivale in più. Perché la panchina dell’Inter è uno degli obiettivi di Clarence Seedorf! L’ex tecnico del Milan, secondo ‘La Stampa’ e il ‘Corriere della Sera’, avrebbe preso contatti con l’ex compagno di squadra Javier Zanetti, con Piero Ausilio e con il presidente Erick Thohir, a cui di fatto si sarebbe proposto come nuovo allenatore. Se l’olandese dovesse davvero prendere il posto di Mazzarri ripercorrerebbe l’identica strada percorsa da Leonardo, che dopo aver lasciato il Milan nell’estate del 2010 sei mesi dopo sostituì Benitez e si prese la panchina dell’Inter.

Tentazione Seedorf

 

 

 

 

Thohir, che non ama particolarmente Mazzarri (a cui non ha rinnovato il contratto in scadenza nel giugno 2015), è tentato dall’idea di Seedorf. Perché il magnate indonesiano ha sempre detto di voler affidare la panchina nerazzurra ad un allenatore giovane (Seedorf compirà quarant’anni nel 2015), e perché in panchina Thohir vuole un tecnico che sia anche conosciuto a livello internazionale, e Seedorf con la carriera che ha avuto (è l’unico calciatore nella storia che ha vinto 3 Champions League con tre squadre diverse: Ajax, Real Madrid e Milan) è conosciuto in ogni angolo del mondo.

I dubbi di Thohir

Il presidente però pensa anche all’ingaggio di Seedorf. Perché il tecnico è stato liquidato dal Milan poche settimane fa, ma con i rossoneri ha ancora un contratto fino al 2016 da due milioni e mezzo netti a stagioni. Inoltre Thohir pensa alla piazza. Perché i tifosi nerazzurri hanno sicuramente un buon ricordo del Seedorf calciatore, ma difficilmente essi accetterebbero con grande gioia un allenatore che ha legato la parte finale della propria carriera da giocatore al Milan, e che con i rossoneri ha iniziato la sua nuova carriera da allenatore. Inoltre nel biglietto da visita dell’olandese c’è anche il derby vinto lo scorso 4 maggio.

calcio.fanpage.it
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy