Samp, Garrone lascia. Ferrero: “Sulle orme di Mantovani e Garrone”

Samp, Garrone lascia. Ferrero: “Sulle orme di Mantovani e Garrone”

Queste le parole in conferenza stampa del presidente della Sampdoria Edoardo Garrone. In ballo c’è la possibile cessione del club blucerchiato a Massimo Ferrero, imprenditore romano legato al mondo del cinema italiano: “Mi scuso per lo scarso preavviso per questa conferenza stampa. Seguirò oggi un testo che ho scritto stamani…

Queste le parole in conferenza stampa del presidente della Sampdoria Edoardo Garrone. In ballo c’è la possibile cessione del club blucerchiato a Massimo Ferrero, imprenditore romano legato al mondo del cinema italiano: “Mi scuso per lo scarso preavviso per questa conferenza stampa. Seguirò oggi un testo che ho scritto stamani perché voglio essere preciso nelle cose che vi dico. Questa conferenza stampa è molto molto più difficile di quella in occasione della retrocessione. Non risponderò a domande.

Questo il testo del comunicato: “In dodici anni alla guida della Sampdoria ho l’orgoglio di poter dire di averla salvata due volte. Una volta l’11 gennaio 2002 con mio padre. Una volta io quattro anni fa dopo una voragine finanziaria e amministrativa dovuta all’uscita di alcuni collaboratori. Sono stati anni di fatica, sacrifici, tensioni, amarezze e qualche soddisfazione. Ho lavorato nel mondo del calcio che è diverso dal mio modo di essere. Un mondo diverso da quello della nostra famiglia. Avevo preso un impegno con mio padre e la mia famiglia. Avevo due obiettivi: mettere in sicurezza la Sampdoria e trovare la soluzione per passare la mano. Dopo tre anni di lavoro la Sampdoria è solida finanziariamente, ha un patrimonio sportivo ricostituiti, una organizzazione solida e una strutta trasparente. In quest’anno si completerà l’opera di riqualificazione della società, oltre a quella dello stadio e del centro sportivo. Per la cessione in questi anni ci siamo guardati attorno in Italia e all’estero. In sette anni si sono proposte molte persone, ma proposte credibili non ne è arrivata nessuna. Questo è quanto accaduto fino a pochi giorni fa, con discrezioni e serietà, con la possibilità di acquistare la Sampdoria per farlo al meglio. Questa mattina con i vari CdA si è perfezionato il passaggio di proprietà. Oggi c’è un nuovo proprietario e presidente. Ho portato a termine le mie promesse. Oggi consegno questa macchia perfetta e competitiva al nuovo proprietario. Sarà lui a dire chi è perché ha deciso d’investire nella Sampdoria”.

 

 

 

 

Garrone su Ferrero: “Il primo contatto fra noi è stato molto molto recente, ci siamo conosciuti e sono rimasto subito convinto della bontà del suo progetto”.

Passa la parola a Massimo Ferrero: “Sono molto onorato di indossare questa maglia, devo solo dire “Grazie” ad Edoardo Garrone ed alla sua famiglia, che ha sempre fatto l’interesse della Sampdoria.

La mia passione per il calcio? Sono tifoso della Sampdoria. E’ una bugia ma lo dico… (ride, ndr)”.

La Sampdoria? Sono due anni e mezzo che inseguo questo sogno. Il primo contatto ufficiale risale a qualche mese fa attraverso i nostri collaboratori”.

Il paragone con De Laurentiis? Lo aspetto sul campo. Finirà 3-1 per noi. Stimo Aurelio, è una grande persona. Seguirò le sue orme perché lui si è ispirato a me”.

I collaboratori nella Samp? “Sono felice ed ispirato. Paolo Mantovani e Riccardo Garrone sono persone inimitabili. Che hanno fatto l’Italia. Spero di poter continuare il loro percorso. Voglio ripartire da qui”.

Cosa posso garantire alla Sampdoria? “Vittorie. E’ quello a cui punto”.

Le cifre dell’accordo? “No perché io faccio cinema. Assicuro però che sono stati fatti gli interessi della Sampdoria”. (TMW)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy