Petizione contro Buffon, Siffredi e Bisio, volti del gioco d’azzardo

Petizione contro Buffon, Siffredi e Bisio, volti del gioco d’azzardo

Italia di A. P. 31 maggio 2014 23:13 Petizione contro Buffon, Siffredi e Bisio, volti del gioco d’azzardo Il sito Change.org ha pubblicato la lettera di una persona rovinata dalla ludopatia che chiede ai tre volti noti di smetterla di rappresentare le società di gioco d’azzardo. Cos’hanno in comune Claudio…

 

31 maggio 2014

23:13

 

 



 

 


Petizione contro Buffon, Siffredi e Bisio, volti del gioco d’azzardo

 


Il sito Change.org ha pubblicato la lettera di una persona rovinata dalla ludopatia che chiede ai tre volti noti di smetterla di rappresentare le società di gioco d’azzardo.

 

 

 

 

 

Petizione contro Buffon, Siffredi e Bisio, volti del gioco d'azzardo.

Cos’hanno in comune Claudio Bisio, Gianluigi Buffon e Rocco Siffredi? Sono i destinatari di una petizione sponsorizzata dal sito change.org e scritta da un uomo affetto di ludopatia negli anni scorsi. Si chiama Francesco Fiore ed ha indirizzato una missiva ai tre personaggi perché “colpevoli” di essere stati i volti di aziende che fomentano e provocano vicende come la sua, quella di un uomo che a causa di una malattia vera e propria ha dilapidato tutti i suoi beni ed ha, in pratica, rovinato tutta la sua vita, perdendo affetti e persone care:


La lettera dell’uomo affetto da ludopatia

Mi chiamo Francesco Fiore e sono un ex giocatore patologico, che è uscito dalla dipendenza di slot machine, videolottery, gratte-e-vinci e poker online solo dopo aver toccato il fondo. A causa di questa malattia ho dilapidato tutti i miei risparmi, ho chiuso l’attività che gestivo dal 1999 e soprattutto ho rovinato una famiglia felice, la mia”. Dunque Francesco chiede a Bisio, Buffon e Siffredi di “fare una scelta” e di “impegnarsi a non sponsorizzare più il gioco d’azzardo e a condividere questa presa di posizione sui loro canali social. Probabilmente lo hanno fatto senza sapere che certi giochi possono indurre a comportamenti compulsivi e creare dipendenza patologica, come è successo a me e come succede a molte persone


L’appello finale

E quindi Francesco continua denotando come la ludopatia è un business che il ministero della Salute ha determinato essere una delle cause di dipendenza patologica: “La mia era una continua sfida, dovevo recuperare i soldi che avevo già perso e così continuavo a giocare. Il gioco mi ha fatto perdere interesse per il mondo reale per un lungo, buio periodo. Di fronte al gioco non riuscivo più a ragionare. E’ difficile rendersi conto di essere malati ed è ancora più difficile uscire dalla dipendenza”. Ecco quindi l’appello finale a Bisio, Siffredi e Buffon: “Io adesso non gioco più, e voi? Postate su facebook e Twitter la vostra foto con l’hashtag, ditelo anche voi: #ionongiocopiù”. (FanPage.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy