Nigeria: “Il calcio è peccato”, kamikaze fa strage durante partita dei Mondiali

Nigeria: “Il calcio è peccato”, kamikaze fa strage durante partita dei Mondiali

Un kamikaze si è fatto esplodere a Damaturu, una città nel nord-ovest della Nigeria, all’esterno di un locale dove erano riunite decine di persone per guardare una partita dei Mondiali di calcio. Le vittime si contano a decine e fra queste anche numerosi bambini. “Ci sono stati portati 21 cadaveri…

Un kamikaze si è fatto esplodere a Damaturu, una città nel nord-ovest della Nigeria, all’esterno di un locale dove erano riunite decine di persone per guardare una partita dei Mondiali di calcio. Le vittime si contano a decine e fra queste anche numerosi bambini. “Ci sono stati portati 21 cadaveri e 27 feriti”, ha detto un infermiere dell’ospedale Sani Abacha di Damaturu. Secondo alcuni testimoni sopravvissuti, l’attentatore suicida è arrivato sul luogo a bordo di un triciclo taxi e si è fatto esplodere all’inizio dell’incontro tra Brasile e Messico. Alcuni giorni fa le autorità centrali nigeriane avevano imposto il divieto in due stati del Nord del paese, dove è già in vigore lo stato d’emergenza, di organizzare eventi con maxi schermi per seguire i Mondiali, nel timore di attentati di Boko Haram, il movimento islamista responsabile di attacchi terroristici, razzie e sequestri. 

 

Il calcio, condannato dagli islamisti di Boko Haram come espressione dei valori occidentali, è molto popolare in Nigeria. Alla Coppa del Mondo in Brasile partecipa anche la nazionale nigeriana, i Super Eagles, vincitori dell’ultima Coppa d’Africa delle Nazioni.“

today.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy