Miriana Trevisan: “Ora sono una milf, ma a Non è la Rai mi sfruttavano”

Miriana Trevisan: “Ora sono una milf, ma a Non è la Rai mi sfruttavano”

Miriana Trevisan: “Ora sono una milf, ma a Non è la Rai mi sfruttavano” „ Da quel 9 settembre 1991 e per i successivi quattro anni, “Non è la Rai” e le sue giovanissime protagoniste entrarono nelle case di milioni di italiani. Tra loro, anche una giovanissina Miriana Trevisan che…

Miriana Trevisan: “Ora sono una milf, ma a Non è la Rai mi sfruttavano”

Da quel 9 settembre 1991 e per i successivi quattro anni,Non è la Rai” e le sue giovanissime protagoniste entrarono nelle case di milioni di italiani. Tra loro, anche una giovanissina Miriana Trevisan che ora, a distanza di vent’anni dalla chiusura del programma, ha scelto i microfoni de “I Radioattivi” su Radio Club 91 per svelare gli altarini del programma di successo ideato Gianni Boncompagni e Irene Ghergo, dai poster che costituivano “lavoro extra mai retribuito” ai rapporti con le altre ragazze, “tra affetto e coltellate”.

“Tutti sfruttavano la nostra immagine lì a ‘Non è la Rai’, ci costringevano a posare e a fare poster senza compenso” ha detto: “Io entrai nel programma non per una scelta proprio di Gianni Boncompagni ma di Marina Cinti, la sua coreografa. Ero una semiprofessionista, una ballerina, e loro mi cercarono per ben un anno per farmi partecipare come figurante. All’inizio non accettai perché il mio sogno era di fare la ballerina professionista, danzare a Londra. Mio padre però mi disse inizia e poi vedrai. E così è andata”.

Quanto alla relazione con le colleghe sue coetanee, ha ammesso l’esistenza di screzi e invidie: “Tra di noi volavano coltellate. Sai, eravamo tutte femmine… Però c’era anche dolcezza” e su Ambra Angiolini ha ammesso non vi fosse un rapporto particolarmente affiatato: “Quando entrò lei io andai via. Ho vissuto il suo fenomeno per pochissimi mesi, forse tre”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy