GF13, Michele Simoncini, primo eliminato dalla Casa: “Contro di me un complotto”

GF13, Michele Simoncini, primo eliminato dalla Casa: “Contro di me un complotto”

ROMA – “Una volta Andrea e Roberto sono corsi fuori senza microfono e quando io dormivo, hanno deciso di eliminarmi prima che il GF dicesse loro di rimettersi il microfono. E’ una cosa che mi hanno detto i miei fans. Io me lo sentivo. Per questo sono stato male”, a…

ROMA – “Una volta Andrea e Roberto sono corsi fuori senza microfono e quando io dormivo, hanno deciso di eliminarmi prima che il GF dicesse loro di rimettersi il microfono. E’ una cosa che mi hanno detto i miei fans. Io me lo sentivo. Per questo sono stato male”, a parlare ospite a “Verissimo” il primo eliminato dal Grande Fratello, Michele Simoncini: ” Se mi avessero votato tutti e diciotto i concorrenti e l’Italia mi votava – ha fatto sapere, come riporta gossipblog – avrei accettato. Ma nella cantina, erano tutti miei amici. Non sono stato egocentrico ma altruista. Lì sotto è stata dura, non c’era niente da fare e in molti mi chiedevano di allenarli, di giocare… Mirco lo ripete anche adesso che è grazie a me se in cantina abbiamo fatto qualcosa.

 

 

Fingere e fare l’attore ci sta, visto che è un gioco ma alzarsi dal letto e concordare la mia uscita non è stato bello. I miei fans invocano il mio rientro in casa. Mi è dispiaciuto vedere il modo in cui sono uscito. Non ci si può mettere d’accordo prima senza microfono”.
Contro di lui un complotto: “Il mio errore è stato quello di piangermi addosso per tre giorni dopo la nomination ma mi piangevo addosso perché sentivo che c’era qualcosa che non andava. Sentivo che era successo qualcosa”. (Leggo.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy