Michael Schumacher/Il neurologo: “Non è un film, non si puo’ parlare di risveglio”

Michael Schumacher/Il neurologo: “Non è un film, non si puo’ parlare di risveglio”

Dopo le ultime buone notizie su Michael Schumacher, ora tutti i tifosi del sette volte campione del Mondo di Formula 1attendono con ansia il momento in cui Schumi potrà finalmente risvegliarsi dal coma. A questo proposito, però, arriva l’avvertimento di Peter Hutchinson, professore di neuroscienze presso l’Università di Cambridge, che…

Dopo le ultime buone notizie su Michael Schumacher, ora tutti i tifosi del sette volte campione del Mondo di Formula 1attendono con ansia il momento in cui Schumi potrà finalmente risvegliarsi dal coma. A questo proposito, però, arriva l’avvertimento di Peter Hutchinson, professore di neuroscienze presso l’Università di Cambridge, che in una intervista concessa alla Bbc ha dichiarato: 

 

“I pazienti non si svegliano dal coma come vediamo nei film. Non è che qualcuno accende la luce e il paziente è tornato”. Invece, si tratterà di un processo molto graduale. Ora Schumacher ha “momenti dicoscienza”, notizia certamente positiva ma che – secondo Hutchinson – non deve comunque portare a conclusioni affrettate: “Questo può voler dire, per esempio, che lui apre gli occhi. Eppure non sempre significa che il paziente possa rispondere agli stimoli provenienti dal suo ambiente. Solo quando il paziente darà risposte chiare a richieste come quella di alzare un braccio, si potrebbe parlare di un vero e proprio risveglio”.

ilsussidiario

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy