Italia, Mirante convocato per il Mondiale in Brasile

Italia, Mirante convocato per il Mondiale in Brasile

Antonio Mirante al Mondiale in Brasile. Il portiere del Parma è stato convocato a scopo precauzionale dal commissario tecnico Cesare Prandelli: a motivare la decisione è stato l’infortunio capitato durante un allenamento a Salvatore Sirigu che, per un colpo subito, ha riportato solo una forte contusione al costato. “Per fortuna…

Antonio Mirante al Mondiale in Brasile. Il portiere del Parma è stato convocato a scopo precauzionale dal commissario tecnico Cesare Prandelli: a motivare la decisione è stato l’infortunio capitato durante un allenamento a Salvatore Sirigu che, per un colpo subito, ha riportato solo una forte contusione al costato. “Per fortuna gli esami hanno escluso fratture – ha ammesso Enrico Castellacci, capo dello staff medico dell’Italia – ma Sirigu è sofferente per una forte contusione all’undicesima costola destra, con edema post-trauma. E’ un infortunio noioso, doloroso ma gestibile. E per questo siamo molto più tranquilli”. Mirante, che ha svolto tutta la fase del ritiro di Coverciano si allenerà con gli Azzurri fino al 13 giugno, giorno di vigilia del debutto in Coppa previsto a Manaus contro l’Inghilterra: fino a quella data resterà a disposizione per eventuale sostituzione in corsa come previsto da una norma della Fifa. (Fanpage.it)

 

 


 

 

 Antonio Mirante al Mondiale in Brasile. Il portiere del Parma è stato convocato a scopo precauzionale dal commissario tecnico Cesare Prandelli: a motivare la decisione è stato l’infortunio capitato durante un allenamento a Salvatore Sirigu che, per un colpo subito, ha riportato solo una forte contusione al costato. “Per fortuna gli esami hanno escluso fratture – ha ammesso Enrico Castellacci, capo dello staff medico dell’Italia – ma Sirigu è sofferente per una forte contusione all’undicesima costola destra, con edema post-trauma. E’ un infortunio noioso, doloroso ma gestibile. E per questo siamo molto più tranquilli”. Mirante, che ha svolto tutta la fase del ritiro di Coverciano si allenerà con gli Azzurri fino al 13 giugno, giorno di vigilia del debutto in Coppa previsto a Manaus contro l’Inghilterra: fino a quella data resterà a disposizione per eventuale sostituzione in corsa come previsto da una norma della Fifa.

Situazione infortunati. La frattura della tibia subita da Riccardo Montolivo durante l’amichevole con l’Irlanda (0-0 a Londra, nello stadio del Fulham) è stato un brutto colpo per il calciatore (già operato, sono previsti tempi di recupero di 6 mesi) e per la Nazionale che ha perso una delle colonne del centrocampo e dello schieramento tattico studiato dal ct. Detto di Sirigu, anche Mario Balotelli non è in perfette condizioni fisiche: l’attaccante del Milan lamenta noie muscolari, più un affaticamento “per sovraccarico di lavoro” – come precisato dal medico azzurro – che non un vero e proprio infortunio. Situazione che lo rende comunque disponibile per l’avventura in Sudamerica.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy