Intossicazione da caffè: troppe tazzine sono un veleno per l’organismo“

Intossicazione da caffè: troppe tazzine sono un veleno per l’organismo“

Una ricerca dell’Istituto Nazionale Sanitario degli Stati Uniti, il National Institute of Health, mette in guardia dai pericoli di avvelenamento da caffeina. Chi non bada alle tazzine consumate e ricorre alla bevanda energetica per scongiurare fiacchezza e sonnolenza potrebbe, infatti, ritrovarsi con un’importante intossicazione che si manifesta con giramenti di…

Una ricerca dell’Istituto Nazionale Sanitario degli Stati Uniti, il National Institute of Health, mette in guardia dai pericoli di avvelenamento da caffeina.

Chi non bada alle tazzine consumate e ricorre alla bevanda energetica per scongiurare fiacchezza e sonnolenza potrebbe, infatti, ritrovarsi con un’importante intossicazione che si manifesta con giramenti di testa e aritmie cardiache, febbre, convulsioni, problemi respiratori e – nei casi più gravi – addirittura allucinazioni. 

Persino il rischio di morte è stato contemplato dagli scienziati che hanno avvertito anche sull’attenzione che occorre prestare al consumo di tè e drink contenenti caffeina, pericolosa quando supera i 500 e i 600 milligrammi al giorno, vale a dire circa mezzo grammo. 

Per evitare rischi, dunque, sarebbe opportuno rimanere tra i 200 e i 300 milligrammi, che corrispondono a due, tre o quattro tazzine (a seconda delle dimensioni e della concentrazione) al giorno. Tra l’altro, per gli esperti statunitensi il limite di quattro caffè quotidiani, corrispondenti a otto once (circa due decilitri), riguarda il caffè americano che, come noto, è molto più diluito rispetto a quello italiano: ciò vuol dire che chi è abituato al normale espresso o al ristretto dev’essere ancora più cauto. (

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy