++DRAMMA SCHUMACHER ++ Notizia a sopresa

++DRAMMA SCHUMACHER ++ Notizia a sopresa

Michael Schumacher migliora di giorno in giorno e al momento i suoi famigliari annunciano che il campione tedesco è in grado di comunicare attraverso il movimento degli occhi e delle sopracciglia. Se continuerà su questa fortunata china, alla fine di agosto potrebbe già essere dimesso e quindi lasciare la clinica…

Michael Schumacher migliora di giorno in giorno e al momento i suoi famigliari annunciano che il campione tedesco è in grado di comunicare attraverso il movimento degli occhi e delle sopracciglia.  Se continuerà su questa fortunata china, alla fine di agosto potrebbe già essere dimesso e quindi lasciare la clinica in Svizzera dov’è ricoverato da qualche settimana dopo la lunga degenza all’ospedale di Grenoble. E’ il tabloid britannico Daily Mirror, a comunicare queste notizie che ridanno speranze a tutti i suoi fans e estimatori. Chiaramente Shumi avrà comunque bisogno di assistenza continua nella situazione in cui è. I medici che lo hanno in cura starebbero valutando l’uso di un microchip rivoluzionario, che potrebbe aiutarlo a camminare e a parlare di nuovo. L’ex pilota di Ferrari e Mercedes è riuscito a comunicare con la moglie Corinne e i figli  Gina-Maria e Mick tramite i movimenti degli occhi. Il prossimo passo ora è la speranza di vedere Schumi in grado di stare su una sedia a rotelle elettronica che potrà controllare tramite la bocca. Un processo che richiederà almeno un paio di settimane.

 

 Per confortarlo nella guarigione sono arrivate le lettere degli ex colleghi e rivali Button e  Hamilton. Il pilota britannico ha scritto: “Quando penso a Michael Schumacher, mi vengono in mente due cose. La prima è uno dei miei primissimi ricordi di quando ero in F1. Stavo uscendo dalla pit-lane a Melbourne quando vidi la sua Ferrari rossa davanti a me che stava sollevando le foglie mentre serpeggiava tra gli alberi approcciando la curva tre. Già nel 2000, Michael era una leggenda. La seconda cosa è la silhouette della sua Ferrari che si avvicinava nei miei specchietti retrovisori: Michael è sempre stato un pilota formidabile e ultra-competitivo. C’era sempre. Ora sta combattendo la battaglia più difficile, e so che tutti, in F1, sperano che possa vincere ancora. E io con loro”. Mentre Hamilton, in lizza per la vittoria del titolo in formula 1 2014 ha scritto:  “Caro Michael, sei sempre nelle mie preghiere. Preghiere di speranza, perché tu possa superare questo momento difficile. Hai fatto tanto, e dato tanto. Spero che Dio ti assista e che ti mostri la strada per tornare dalla tua famiglia, dai tuoi tifosi e dai tuoi amici”. (daringtodo.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy