Dell’anguria non si butta via niente: ecco perché mangiare anche i semi

Dell’anguria non si butta via niente: ecco perché mangiare anche i semi

L’anguria è uno de frutti preferiti durante il periodo estivo: fresca e leggera è ideale come spuntino a metà giornata ed è ricca di acqua, perfetta da mangiare nelle giornate più calde per apportare la giusta idratazione al nostro corpo. Spesso però quando si mangia l’anguria si tende ad eliminare…

L’anguria è uno de frutti preferiti durante il periodo estivo: fresca e leggera è ideale come spuntino a metà giornata ed è ricca di acqua, perfetta da mangiare nelle giornate più calde per apportare la giusta idratazione al nostro corpo.

 

 

Spesso però quando si mangia l’anguria si tende ad eliminare i semi: i semi dell’anguria sono invece commestibili e anzi, apportano diversi benefici al nostro corpo. I semi infatti, sono ricchi di sostanze nutritive, dai sali minerali come ferro e magnesio che tiene a bada la pressione sanguigna, alle proteine, passando per le vitamine del gruppo B e acidi grassi insaturi, utilissimi per ridurre il colesterolo cattivo. La vitamina E contenuta all’interno dei semi di anguria inoltre, è utilissima nella lotta contro i radicali liberi per migliorare la circolazione del sangue e alleviare la faticaMa come si mangiano? C’è chi li mangia direttamente insieme all’anguria e chi invece preferisce farli essiccare secondo la tradizione orientale: nel primo caso se masticati freschi hanno un effetto lassativo, ed è bene quindi non esagerare. In alternativa si possono essiccare o tostare e si possono creare degli infusi o delle zuppe.

fanpage.it
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy