Le 7 cose che fanno male alla salute ma ripetiamo ogni giorno

Le 7 cose che fanno male alla salute ma ripetiamo ogni giorno

Ogni giorno, inconsapevolmente e per abitudine, si commettono una serie di errori che possono rappresentare un vero problema per la salute, e questi errori riguardano le normali azioni che si eseguono tutti i giorni. A volte si fanno le cose senza riflettere, senza pensare alle conseguenze che i nostri comportamenti…

Ogni giorno, inconsapevolmente e per abitudine, si commettono una serie di errori che possono  rappresentare un vero problema per la salute, e questi errori riguardano le normali azioni che si eseguono tutti i giorni. A volte si fanno le cose senza riflettere, senza pensare alle conseguenze che  i nostri comportamenti potrebbero avere, comportamenti del tutto leciti ben inteso, che però secondo anche alcune recenti ricerche, in alcuni casi sarebbero da evitare. Sono diverse le azioni che quindi non andrebbero fatte, ma ne prendiamo in considerazione solo 7, che poi sono quelle che, a prima vista, potrebbero sembrare le più innocue, ma in effetti non è così.

Cominciamo da una delle azioni che si compiono con maggiore frequenza, la doccia, che in alcuni casi si fa anche più volte al giorno, soprattutto in estate quando il caldo ci fa sudare in maniera a volte eccessiva. Si tratta di igiene personale del tutto legittima, anche raccomandata, tuttavia quando questa diventa una sorta di fissazione, quando diventa fin troppo frequente, potrebbe  essere deleteria per la salute della pelle. Spesso, infatti, si utilizzano detergenti particolarmente

aggressivi, con la convinzione che la loro aggressività sia sinonimo di pulizia, così come l’utilizzo di spugne troppo abrasive. È un errore abbastanza comune che potrebbe determinare un deterioramento dello strato corneo della pelle, quello strato esterno che non è altro che una barriera di protezione per la cute.

Inoltre, l’utilizzo delle spugne che, per colpa della loro umidità dovuta al fatto che assorbono l’acqua, potrebbe rappresentare l’habitat ideale per batteri e microrganismi, per cui invece di detergere la pelle, si otterrebbe l’effetto contrario.

Altro punto dolente è l’igiene dentale, una conquista soprattutto degli ultimi decenni che, se eccessiva,  potrebbe danneggiare lo smalto protettivo dei denti. L’errore più frequente è il  sistema di spazzolamento, che in molti fanno con energici movimenti orizzontali, mentre i denti andrebbero spazzolati dall’alto verso il basso, ovvero dalla gengiva alla punta del dente, quasi con delicatezza, e ripetutamente. Largo al filo interdentale che previene la formazione di residui tra dente e dente, spesso la causa principale degli attacchi da parte dei microrganismi nemici della salute orale.

Altra abitudine della quale è impossibile fare a meno, anzi si tratta di una vera e propria necessità, è sedersi sul WC. La soluzione migliore sarebbe quella di accovacciarsi, come una volta prevedevano i bagni  alla turca, solo che ormai questi sono completamente scomparsi e nessuno mai si sognerebbe di farsene installare uno in casa.  Secondo numerose evidenze scientifiche,  sedersi accresce il rischio alcuni disturbi, anche non trascurabili, come le emorroidi e la diverticolite.

Stare troppo seduti, soprattutto troppo a lungo, anche se purtroppo  vi si è costretti per lavoro. La vita sedentaria è nemica della buona salute, per cui è necessario alzarsi  con una certa frequenza, a intervalli prestabiliti, in modo da cambiare posizione  per limitare i danni alla postura e non solo, perché la sedentarietà è l’amica del sovrappeso e dell’obesità, con tutti i danni che una simile condizione è in grado di arrecare.

Altro problema è la respirazione, un’azione automatica che si esegue  senza mai pensarci. Eppure quasi tutti respirano sfruttando solo la parte superiore dei polmoni, la respirazione toracica, che non consente un ricambio ottimale di ossigeno. Bisognerebbe, almeno alcune volte nel corso della giornata, fare degli esercizi di respirazione a pieni polmoni, come suol dirsi, quindi una respirazione addominale così da sfruttare completamente le capacità polmonari.

Dormire con il guanciale, alcuni addirittura con più di uno, è una di quelle cattive abitudini che andrebbero eliminate, ovviamente tranne nei casi un cui dormire con la testa in posizione più alta è una necessità fisiologica o medica.  La postura scorretta causata dalla curvatura forzata del tratto cervicale della colonna vertebrale, potrebbe creare non pochi problemi.

Ultima cattiva abitudine, una eccessiva, quasi maniacale, pulizia in casa. Soprattutto se in presenza di bambini molto piccoli, una  casa particolarmente linda, quasi asettica, potrebbe compromettere il loro sistema immunitario e quindi potrebbe far sviluppare più facilmente delle allergie.

fonte: iovivoaroma

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy