ATTENTATO IN GRECIA

ATTENTATO IN GRECIA

ATENE, Grecia — Se non si tratta di un avvertimento, poco ci manca. Alla vigilia dell’arrivo di Angela Merkel in Grecia, una bomba è stata fatta esplodere questa mattina davanti alla sede della Banca di Grecia, ad Atene. L’ordigno non ha causato vittime, ma diversi danni. La bomba, secondo le…

ATENE, Grecia — Se non si tratta di un avvertimento, poco ci manca. Alla vigilia dell’arrivo di Angela Merkel in Grecia, una bomba è stata fatta esplodere questa mattina davanti alla sede della Banca di Grecia, ad Atene. L’ordigno non ha causato vittime, ma diversi danni. La bomba, secondo le prime informazioni della polizia, era stata collocata dentro un’auto parcheggiata davanti all’edificio che ospita la Banca Centrale, poco distante dagli uffici della troika (Ue, Bce e Fmi). L’esplosione è avvenuta pochi minuti prima delle 3:00 locali (le 2:00 in Italia) ed è stata udita in una vasta area della capitale. Stando agli inquirenti, il veicolo – una Nissan – era stato imbottito con almeno 75 chili di esplosivo. 

 

Un’ora prima dell’esplosione, un anonimo aveva telefonato al sito di notizie Zougla e al giornale Efymerida ton Syndakton per avvertire dell’imminente scoppio dell’ordigno. L’attentato, che sinora non è stato rivendicato, avviene il giorno dopo il ritorno della Grecia sui mercati internazionali dopo quattro anni di assenza e alla vigilia della visita ad Atene della cancelliera tedesca Angela Merkel. Le indagini si stanno indirizzando verso Christodoulos Xiros, ex capi del disciolto gruppo estremista di sinistra greco “17 novembre”, responsabile di 23 omicidi fra il 1975 e il 2000 ed evaso lo scorso gennaio da un carcere del Paese.

bergamosera.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy