++AFFARI JUVE++

++AFFARI JUVE++

TORINO – E così è finito anche questo mercato estivo 2014. L’assenza di botti finali non significa per forza che non si sia fato un buon lavoro, anzi. Può essere anche sinonimo di organizzazione preventiva, a differenza di quanto accaduto negli anni passati. Se contro il Chievo la Juventus non…

TORINO – E così è finito anche questo mercato estivo 2014. L’assenza di botti finali non significa per forza che non si sia fato un buon lavoro, anzi. Può essere anche sinonimo di organizzazione preventiva, a differenza di quanto accaduto negli anni passati. Se contro il Chievo la Juventus non avesse vinto o se Coman non avesse dimostrato di avere tutte le carte in regola per diventare la nuova scommessa vinta da Marotta e quindi prendersi il quinto posto da attaccante in rosa, forse parleremo di un altro finale.

 

Ma contando che l’arrivo più importante è stato sicuramente in panchina con Allegri, vedremo se la fiducia riposta nei giocatori confermati e in quelli non fatti partire anche davanti ad importanti offerte, basterà per vivere una nuova grande stagione. Ricapitolando quindi, a Torino tra giugno e fine agosto sono arrivati: Morata, Marrone, Pereyra, Coman, Evra e Romulo. Le richieste fatte per i vari Pogba, Vidal, Llorente e Storari sono tornate al mittente. Le comproprietà di Zaza, Berardi e Gabbiadini si ridiscuteranno tra un anno e hanno salutato Vinovo tra i più noti: Vucinic, Quagliarella (che non si è spostato di molti chilometri), Peluso, Sorensen, Isla e De Ceglie. I giocatori associati a Madama e mai arrivati invece? Falcao, Rabiot, Lavezzi, Podolski, Hernandez, Cerci, Ibrahimovic, Insigne, Verratti, Iturbe, Sanchez e scusate se ne dimenticherò qualcuno, ma ogni sessione di mercato la lista si infittisce. Sicuramente un motivo ci sarà, ma ora basta però, si fa sul serio e si pensa solo a giocare. (TMW)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy