ADDIO ad ARRIGO SACCHI. “Lascio tutto”

ADDIO ad ARRIGO SACCHI. “Lascio tutto”

Arrigo Sacchi lascia il mondo del calcio: “Non riesco più a reggere lo stress” Sacchi lascia la Figc. “Con dispiacere lascio un incarico cui tengo molto”, ha annunciato l’ex allenatore di Milan e Nazionale c.t., che da quattro anni era coordinatore tecnico delle nazionali giovanili, non lascia per le recenti…

Arrigo Sacchi lascia il mondo del calcio: “Non riesco più a reggere lo stress” Sacchi lascia la Figc. “Con dispiacere lascio un incarico cui tengo molto”, ha annunciato l’ex allenatore di Milan e Nazionale c.t., che da quattro anni era coordinatore tecnico delle nazionali giovanili, non lascia per le recenti polemiche su Tavecchio. “Ho un avversario terribile che sono riuscito a governare per 22-23 anni, e che alla fine però sta vincendo, ed è lo stress” Sempre a causa dello stress nel 2001 Sacchi si dimise dal Parma. La decisione stavolta, come racconta la Gazzetta dello Sport, è stata presa a mente fredda “Ho avvisato la Figc già da un anno che a fine mandato avrei lasciato – ha spiegato Sacchi – Non sono stato un bravo padre, ho trascurato mia figlia, e non voglio fare lo stesso con la nipotina nata da poco. E poi non sono più un giovanotto, il mio recupero è più lento”. Sacchi ci tiene prima di salutare a tracciare un bilancio:

 

Abbiamo lavorato molto in questo 4 anni cercando di dare a questi ragazzi una mentalità e una dimensione internazionale, aumentando del 30-35% le partite. In una nazione che non crede nei giovani dobbiamo ringraziare la Federazione per gli sforzi fatti”.

“Abbiamo dirigenti che pensano più al loro potere che al bene del sistema. Un po’ di autocritica per tutti non può che fare bene. Possiamo crescere solo se smettiamo di piangere. Tavecchio? Ho visto che è stato attaccato molto, si è sbagliato, ma ci sono cose altrettanto gravi che trascuriamo. Lo conosco, di sicuro non è razzista”.“ Today.it

 
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy