BAYERN-JUVE / Guardiola: “Poker a un’italiana? Non ci credo. Esce una grandissima squadra”

BAYERN-JUVE / Guardiola: “Poker a un’italiana? Non ci credo. Esce una grandissima squadra”

Dopo la sofferta vittoria di questa sera ai tempi supplementari contro una grande Juventus, Pep Guardiola ha parlato ai microfoni di Premium Sport

Guardiola

MONACO – Dopo la sofferta vittoria di questa sera ai tempi supplementari contro una grande Juventus, Pep Guardiola ha parlato ai microfoni di Premium Sport: “Abbiamo iniziato la partita senza l’intensità giusta, abbiamo fatto un’uscita di palla molto lenta. Dopo il 2-0 siamo andati in difficoltà mentalmente e abbiamo fatto molta fatica. Ci ha salvati il 2-1 perché all’Allianz Arena è difficile, Ribery e Coman hanno fatto un grande lavoro sugli esterni e Douglas Costa ha lavorato alla grande centralmente. Esce una grande squadra come la Juve, il sorteggio ha voluto questo ma per arrivare fino in fondo bisogna battere le big, siamo stati a un minuto dal disastro, adesso celebriamo il Bayern. I cambi hanno fatto la differenza, per vincere serve l’aiuto di tutti e nel supplementare Coman ha superato Alex Sandro grazie alla stanchezza. Proteste arbitrali? La Juve è troppo grande per fare queste polemiche, quando una grande esce contro una squadra del suo stesso livello deve stringere la mano all’avversario. Non riesco ancora a credere di aver fatto quattro gol a un’italiana, oggi ho creduto di ribaltarla dal momento del gol di Lewandovski, come all’andata non mi aspettavo la rimonta della Juve. Queste partite vengono decise dall’emozione e siamo riusciti a sfruttare le nostre qualità nell’uno contro uno. Tra i 65 minuti di Torino e gli ultimi 25 di oggi abbiamo fatti 90 minuti perfetti, ma dipende tanto anche dall’avversario. La Juve è una grandissima squadra e ha tantissimi campioni, è stato meraviglioso fare quattro gol a una squadra italiana”

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy